Ettore Menicucci: “Ho sbagliato ad accettare certe situazioni…”

“L’Ac Pavia 1911 non può venire qui e prendere quattro goal. Pavia non può buttare via un campionato in questa maniera. C’è troppa confusione, c’è qualcosa che non funziona. Non ci sono idee chiare. Mi prendo tutta la responsabilità è tutta colpa mia…”. Parole del direttore generale Ettore Menicucci stanco di perdere, deluso di quanto stia succedendo all’interno della società, alle sue spalle. Parole forti, sentite, pronunciate dopo una nuova sconfitta, perché anche quella con il Club Milano, per il dirigente azzurro, è stato un altro passo falso…

“Questa è una sconfitta che viene da lontano, non da questa partita. Ho sbagliato io, da Direttore Generale ancora in carica non dovevo prendermi certe responsabilità, ho sbagliato ad accettare certe situazioni e questo è il risultato. Ora è giusto che la proprietà prenda una decisione velocemente per il bene del Pavia, per il bene di questa società a cui credo di aver dato il cuore e l’anima…”

Si sente in discussione?

“Io non mi sento in discussione, io mi metto in discussione. È diverso. Non dovrei essere io oggi a sentirmi in discussione ma lo faccio. Se il presidente crede che possa essere io il problema farò un passo indietro. Non sono io il problema oggi

La posizione di Omar Albertini?

“Si deve sentire in discussione come tutti. Dopo aver preso un solo punto in due partite che dovevano portarci sei punti e un’altra classifica. Valuteremo nelle prossime ore quale sarà la miglior decisione, ma qualcosa non va da troppo tempo dal punto di vista tattico…”

“Ora cambiano le ambizioni del Pavia?

“Sono deluso, siamo a -7 dalla prima in classifica. Lo siamo dopo aver preso quattro goal da una squadra normale. Se non vinci su questi campi, contro certe squadre non puoi vincere i campionati…”

Squadra non all’altezza?

“Abbiamo un gruppo di giocatori importanti ma ora bisogna cambiare qualcosa. Il mercato? Dipende da chi prenderà le decisioni da martedì. Ora il mercato non c’entra…”