COMUNICATO UFFICIALE – Caro Sindaco così non fa il bene dell’AC Pavia 1911…

sindaco pavia 1911

Così non si fa, così non va bene per niente. Così non si fa il bene dell’AC Pavia 1911. Decisamente no. Mai un aiuto, mai una mano tesa. Solo bastone e qualche carota. E ora l’ennesima “dimostrazione d’amore” del vostro Sindaco verso questa società che seriamente ha preso a cuore il futuro del club. Un club pieno di storia che merita rispetto. Prima di tutto, dal suo primo cittadino.

Ma l’amore per il Pavia Calcio non esiste, forse farà il tifo per il San Colombano, peggio ancora per la Vogherese. Non ci resta che pensare questo dopo aver appreso che il signor Sindaco ha deciso, con una decisione senza precedenti, di accollare i costi del trasporto dei tifosi della squadra ospite dalla stazione allo stadio, al Pietro Fortunati al Suo Presidente, al Signor, con la S maiuscola, Giuseppe Nucera. Una decisione personale, estranea alla Questura e al suo dirigente di riferimento.

Ma nonostante tutto, nonostante questo è giusto ringraziare chi per il Pavia sta facendo qualcosa anche all’interno del palazzo del Governo cittadino.

“Voglio dire grazie a tutte quelle persone che si occupano di Sport e di Pavia Calcio che continuano a essere presenti e soprattutto collaborative, disponibili nel dialogo, nell’affrontare e risolvere insieme le problematiche giornaliere di gestione di un club e di un impianto non di proprietà, sempre nei limite dei regolamenti e delle leggi che abbiamo sempre rispettato. Ma oggi la proprietà e il Direttore Generale, Ettore Menicucci, dopo tutti gli sforzi fatti in questi anni sono stanchi di continuare a subire certi atteggiamenti provocatori di una parte della Giunta ancora in carica…

Ma caro Sindaco vede questa è una società forte, con un progetto, tante ambizioni. E poco importa se qualcuno continua a provare a metterci in difficoltà. Sarà la gente a giudicare il nostro lavoro e soprattutto il
Suo lavoro. E siamo sicuri che la gente capirà molto bene cosa sta succedendo intorno al Pavia Calcio.

Qualcuno pensava di non far giocare il derby forse. Prima con l’agibilità della Curva Nord, poi i distinti, ora questa. Ora è davvero troppo”.

Ma noi abbiamo un presidente che è abituato a lavorare e pur se da lontano vive Pavia e ancora una volta ha deciso di aprire il portafoglio e far sue spese, pretese e capricci di altri. Grazie presidente. Lei dimostra di crederci di più, molto di più di qualsiasi altro cittadino di questa città…

IL PRESIDENTE

Giuseppe Nucera